Menu Button

Baku, la città del vento sul Mar Caspio

Baku: aria nuova nel Caucaso

I persiani la chiamavano bad kube, città dei venti. Baku, situata sulle rive del Mar Caspio e lungo la leggendaria Via della Seta, è da sempre una città la cui enorme importanza va ben oltre i confini della regione. L’antica città mercantile con vista sulle montagne innevate del Caucaso ha rappresentato uno snodo fondamentale dei traffici tra est e ovest. Anche oggi l’Azerbaigian, con la sua capitale Baku, funge da ponte per i commerci con l’Europa occidentale.

Passeggiando per i tortuosi vicoli della città vecchia, dichiarata patrimonio dell’Unesco, tra palazzi e bazar, moschee e fortezze, si ha la sensazione di trovarsi in una novella delle Mille e una notte. E con un po’ di fantasia si può sentire il profumo di queste epoche passate. Appena fuori dal centro storico, impeccabilmente conservato, si assiste a un completo cambio di scenario. Già un secolo fa i magnati del petrolio si erano fatti costruire qui sontuose ville, creando un nuovo e altrettanto fiabesco scenario. Oggi però lo skyline è dominato da grattacieli futuristici: completate nel 2012, le tre Flame Towers, la cui forma ricorda appunto delle fiamme, sono diventate uno dei simboli architettonici più conosciuti di Baku.

Lufthansa vola sei volte a settimana (tutti i giorni escluso il sabato) da Francoforte a Baku.

Alla città del mese

Pubblicato: