Menu Button

Tre consigli utili in vista di un viaggio

Lingue diverse, tradizioni diverse, un modo diverso di vivere in società: un viaggio in una cultura molto differente da quella europea è una sfida per ogni viaggiatore. Questo vale per i turisti, ma ancora di più per i viaggiatori d’affari. Dopo tutto, nessuno vuole dare un’impressione sbagliata con il proprio comportamento e rischiare di offendere la persona con cui sta parlando.

Quando si viaggia per lavoro in paesi come la Cina, il Giappone, la Corea o la Thailandia, in particolare, il rischio di commettere errori è elevato. La cultura e le usanze dell’Asia sono enormemente diverse da quelle occidentali. Azioni o affermazioni che per noi sono del tutto normali possono risultare strane se non addirittura offensive.

La Cina è tra i paesi verso i quali i viaggi d’affari sono destinati ad aumentare considerevolmente, specialmente nell’ambito dei progetti relativi alla nuova Via della Seta. Un po’ di preparazione può aiutare ad affrontare con tranquillità questo tipo di trasferte. Ecco qualche piccolo ma prezioso consiglio.

 

1. Imparare qualche parola nella lingua locale

Non bisogna dare per scontato che i partner commerciali che si incontreranno durante il viaggio parlino o capiscano l’inglese. Può quindi essere molto utile imparare qualche semplice parola nella lingua locale in segno di rispetto verso il proprio ospite. Già conoscere una formula di saluto o di ringraziamento può fare una grande differenza.

Le app che aiutano a imparare qualche parola di una lingua straniera, come le app di giochi o i traduttori istantanei da usare a destinazione in caso di emergenza, possono fornire qualche nozione di base di una nuova lingua. Non è necessario imparare da zero una nuova lingua o parlarla perfettamente: è il gesto che conta. Gli interlocutori e i colleghi stranieri apprezzeranno lo sforzo fatto per imparare qualche frase. E fare fin da subito una buona impressione non può che essere positivo!

 

2. Usare il viaggio per imparare cose su una nuova cultura

È del tutto normale notare differenze tra il proprio paese di origine e quello in cui si sta viaggiando, e non potrebbe essere altrimenti. Tuttavia, questo non autorizza a lamentarsi costantemente di ciò che si ha attorno. Non solo sembra scortese, ma può anche provocare reazioni negative da parte dei colleghi stranieri.

È preferibile approfittare del viaggio di lavoro per familiarizzare con una cultura diversa, scoprirne gli usi per noi insoliti e tornare a casa arricchiti e più consapevoli.

Questo è esattamente il significato del viaggio: conoscere l’ignoto. Ecco perché viaggiare è sempre una grande opportunità, al di là delle occasioni di business che porta con sé.

Un modo efficace di scoprire gli usi e le tradizioni del posto è quello di mescolarsi il più possibile ai locali. Ad esempio gli eventi e le conferenze sono un’opportunità da non mancare e possono contribuire a costruire relazioni professionali in diversi settori. Terminati i loro appuntamenti, i viaggiatori d’affari spesso restano in hotel. Questa non è una cosa produttiva: meglio uscire e usare il proprio tempo libero per fare una passeggiata, andare al parco, scoprire la città o incontrare persone.

 

3. Scoprire gli usi e i costumi del luogo

Ciò che per noi è normale può risultare addirittura offensivo all’estero. Soffiarsi il naso in pubblico? Accettare il biglietto da visita del proprio interlocutore con una sola mano? In Cina questi sono visti talvolta come gesti scortesi. E nei paesi arabi è considerato offensivo accettare un bicchiere con la mano sinistra. Evitare questi faux pas non è poi così difficile. Perché non chiedere a colleghi che sono già stati sul posto o ci lavorano quali comportamenti andrebbero evitati? Chi conosce gli usi, le abitudini e i comportamenti scorretti? Magari qualche collega è in contatto con specialisti che conoscono le regole di comportamento da adottare nel paese di destinazione e possono fornire qualche indicazione in merito. Nei viaggi di lavoro in particolare è importante sapere come comportarsi in contesti formali per fare una buona impressione.

 

Tuttavia è bene essere sempre in possesso di qualche informazione di base sulla cultura della propria destinazione. È anche una questione di rispetto. E con Internet, non mancano le opportunità di informarsi. Ma anche i colleghi con esperienza di viaggi sono una buona fonte di informazioni. I viaggi di lavoro offrono un’imperdibile occasione di coltivare rapporti di lavoro, incontrare potenziali clienti e incrementare il giro d’affari. E con questi piccoli consigli ci si può preparare ed evitare possibili passi falsi nei viaggi di lavoro.

Pubblicato: